Fin da bambina, ho avuto un rapporto speciale col viaggio. Ricordo con dolcezza la trepidazione nello scartare i doni che mio padre mi portava al rientro dai suoi periodi di lavoro all’estero, e lo stupore nello scoprire la varietà di quei piccoli oggetti che non avevano nulla a che fare con la nostra casa e di cui ignoravo scopo ed uso. E la bellezza di quelle bamboline con visi così diversi dal mio.
Così trascorrevo i miei pomeriggi, sognando il momento in cui sarei stata finalmente io ad andare in giro per il mondo, a collezionare quegli spendidi gioiellini e a conoscere di persona quei volti tanto speciali.

Inultile dire quindi che, non appena ho potuto, mi son messa lo zaino in spalla ed ho cominciato la mia esplorazione. E via di Interrail, voli low-cost ed autostop, in Europa ma anche nelle Americhe ed in Africa, fino a salire su quello che è diventato il mio “mezzo di trasporto” più amato: la barca a vela, con cui ho avuto anche la fortuna di attraversare l’Atlantico.
Quanto mi sono divertita, quante difficoltà ho superato e quanti insegnamenti mi son portata a casa. E non sono ancora stanca, tutt’altro!

Poi, un paio d’anni fa mi sono resa conto di quanto, non solo ami infinitamente tutto questo, ma anche di come adori far sì che, chi vede la gioia con cui racconto le mie storie, possa viverle a propria volta.
Per questo ho iniziato a progettare un’attività che metta a loro disposizione autentiche esperienze di vita, con una forte connotazione solidale ed eco-sostenibile, attraverso i giochi più belli che mi abbiano regalato: il Viaggio e la navigazione a Vela, sfruttando laddove possibile l’elemento a me più caro, il Mare, senza però togliersi il gusto del cammino sulle nostre incantevoli terre emerse.